LE VEDUTE DI GURK AL MUSEO DI CREMONA


museo di cremona eduard gunk

LE VEDUTE DI GURK AL MUSEO DI CREMONA

Una raffinata mostra con oltre cinquanta acquarelli con le vedute realizzate da Eduard Gurk, al seguito dell’imperatore Ferdinando d’Asburgo nel suo viaggio per ricevere la Corona Ferrea nel Duomo di Milano. In questo viaggio Gurk fu attento osservatore e fissò nei suoi fogli i momenti più significativi dei cortei e delle celebrazioni, degli omaggi al sovrano e delle feste popolari che ebbero luogo. Va sottolineato che tali opere non vennero mai consegnate a corte per la prematura scomparsa dell’artista (Gerusalemme, 1841) e dunque sostanzialmente inedite fino al 2013. I fogli di Eduard Gurk rappresentano un prodotto molto rilevante della scuola di paesaggio viennese del primo Ottocento, di cui è stato dei protagonisti.

L’illuminazione della mostra a cura dello studio Consuline è stata ideata per coniugare la presenza di oggetti come libri, sculture e costumi con gli acquarelli; illuminare materiali così eterogenei ha comportato l’utilizzo di diversi livelli di luce sia per valorizzare i singoli elementi sia per creare un racconto coerente lungo tutto il percorso espositivo. A questo scopo sono stati utilizzati i proiettori a LED Sunlight di Reggiani Illuminazione; le elevate performance ottiche e colorimetriche (CRI>90), oltre che il loro basso impatto formale, li coniuga alla perfezione alle strutture esistenti nel museo.

Precedente Ponti, epoche, Budapest
Prossimo Lighting duck tales