IL GANZFELD DI FRANCESCO MURANO


francesco murano

IL GANZFELD DI FRANCESCO MURANO.ESISTE LA LUCE CHE SI FA VEDERE E LA LUCE CHE FA VEDERE

Francesco Muraro, architetto, designer, professore del  Politecnico di Milano, è stato coordinatore del Master post-universitario in Light Design dell’Istituto Europeo Italiano. Appassionato di composizione architettonica, di luce, di teatro  e della tecnologia,  si è dedicato alla progettazione di apparecchi di illuminazione e ha realizzato impianti ed installazioni Light Art in spazi pubblici e privati. Le  sue opere mettono in evidenza la differenza tra la luce che fa vedere e la luce che si fa vedere. E’ un docente disponibile, ma esigente, amato dagli studenti per chiarezza espositiva, passione  e curiosità per  l’arte contemporanea, il cinema e per le installazioni multimediali che caratterizzano l’attuale cultura progettuale nell’ambito della luce.  LUCE, con questa intervista a Francesco Murano,  a cura della storica e critica d’arte Jacqueline Ceresoli, si pone l’obiettivo di  indagare l’aspetto luministico e scenografico  della città contemporanea , come eredità dell’epoca  barocca,  potenziando l’aspetto  spettacolare attraverso le nuove tecnologie che  hanno  completamente modificato il modo  di percepire lo spazio  e il tempo.

Leggi PDF

Precedente Il ruolo del Design e della Luce. Intervista ad Alberto Seassaro
Prossimo Le vetrate del Duomo di Milano